Documenti di viaggio

L’ingresso in autostrada può avvenire da uno qualunque dei caselli della rete interconnessa, rendendo così possibile l’attraversamento di tratti autostradali contigui gestiti da Società diverse, con un unico pagamento a destinazione.

Il biglietto ordinario contiene su banda magnetica i dati relativi alla stazione di ingresso, il giorno, l’ora e la classe di entrata. Tali dati sono necessari per la corretta esecuzione della transazione di pagamento del pedaggio alla stazione di uscita.

A tale scopo si chiede al cliente di adottare qualche minimo accorgimento per evitare lo smarrimento o il deterioramento del biglietto durante il tragitto, sistemandolo in un luogo a portata di mano, senza piegarlo e senza esporlo a fonti di calore o magnetiche.

In caso di smarrimento o mancato ritiro viene emesso alla stazione di uscita un Rapporto di Mancato Pagamento per il percorso corrispondente alla stazione interconnessa più lontana, così come previsto dall’Art. 176 Comma 16 del vigente Codice della Strada.
All’utente, tuttavia è data facoltà di prova in ordine alla stazione di entrata.

Biglietto ordinario di viaggio

E’ il biglietto di pedaggio che dovete ritirare entrando in autostrada se non avete un apparato Telepass. L’immagine del biglietto è esemplificativa, l’aspetto grafico può essere soggetto a variazioni.

biglietto_ordinario_cisa

ATTESATO DI TRANSITO IN PORTA SELF-SERVICE

In uscita nelle piste automatiche dedicate o con cassa viene rilasciato un ATTESTATO DI TRANSITO, mediante la selezione di apposito pulsante.

L’attestato di transito emesso in porta self service non costituisce titolo valido ai fini fiscali. La fatturazione dei pedaggi pagati per contanti o con carte bancarie deve essere richiesta presso la sede della Società o nei Punti CISA, compilando un apposito modulo corredato dai suddetti scontrini pedaggio in originale. I moduli possono essere richiesti presso la Sede della Società, nei Punti CISA o scaricati dal Sito internet all’indirizzo www.autocisa.com

Attenzione: l’attestato di transito emesso in porta self-service può costituire un rapporto di Mancato Pagamento Pedaggio; in tal caso, ad indicare il “pedaggio non corrisposto”, compare la lettera “R“ sotto la dicitura MODALITA’ PAGAMENTO.

E’ possibile pagare per contanti il saldo di un Mancato Pagamento Pedaggio, entro il termine di 15 giorni dalla data del transito e senza alcuna maggiorazione, presso i Punti CISA, nelle autostazioni CISA con presenza di operatore e nei Centri Servizi delle altre Società aderenti all’ACCORDO DI RECIPROCITÀ . Il saldo può essere corrisposto anche a mezzo di bollettino postale n. 14381438 o bonifico bancario IBAN IT 68 E 0623012700000036886553  indicando la targa del veicolo e il numero di riferimento del Rapporto di Mancato Pagamento.

attestatoditransitocisa

SCONTRINO DI PEDAGGIO IN PISTA MANUALE

Rappresenta la ricevuta dell’avvenuto pagamento in piste di uscita con riscossione manuale. La ricevuta viene rilasciata dall’esattore su richiesta dell’utente.

Lo scontrino di pedaggio emesso in porta manuale non costituisce titolo valido ai fini fiscali. La fatturazione dei pedaggi pagati per contanti o con carte bancarie deve essere richiesta presso la sede della Società o nei Punti SALT, compilando un apposito modulo corredato dai suddetti scontrini pedaggio in originale. I moduli possono essere richiesti presso la Sede della Società, nei Punti CISA o scaricati dal Sito internet.
Scarica modulo richiesta fatturazione

pedaggiomanuale


Titolo FILE Data
ACCORDO DI RECIPROCITA' PER LA RISCOSSIONE DEI RAPPORTI DI MANCATO PAGAMENTO PEDAGGIO (RMPP) Scarica allegato (97 KB)
23/05/2014